Passa al contenuto principale

Firma digitale

La firma digitale è il formato digitale di una firma autografa, ha lo stesso valore legale di una firma tradizionale e permette di autenticare i documenti assicurando la mancata manomissione degli stessi.

I servizi disponibili

Si tratta di una smart card o token USB che contiene, al proprio interno, un certificato digitale di sottoscrizione.

La più utilizzata è la CNS (Carta Nazionale dei Servizi), che può essere richiesta presso le Camere di Commercio della propria regione di residenza.

Come richiederla

Per richiedere la CNS (Carta Nazionale dei Servizi), è necessario presentarsi personalmente alla Camera di Commercio con un documento di riconoscimento e un indirizzo email valido; tuttavia ci sono alcune Camere di Commercio che consento di avviare la richiesta tramite form online ufficale.

La CNS non è l’unico servizio disponibile sul mercato; va tuttavia ricordato che, suo tramite, essa è possibile firmare digitalmente i documenti elettronici e digitali, nonché accedere a diversi servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Esistono diverse aziende che, con costi differenti, offrono questo servizio.

Come si usa

Per usare la firma digitale su un documento si deve convertire il file da un formato modificabile in un formato statico, non modificabile.

Una volta convertito, successivamente, bisogna aprire il documento nel software di firma digitale del certificatore e, successivamnete, usare lo strumento firma documento inserendo la password o il pin del dispositivo (smart card o pennetta usb) che contiene il certificato di firma digitale.

Inserita la firma sul file il software procederà alla trasformazione in uno dei formati che sceglierete tra:

  • p7m: contenente il documento originale e i files della firma digitale;
  • PDF (solo per i files con estensione PDF): sono PDF con la firma invisibile o grafica (visibile);
  • XML: file in formato p7m.