Passa al contenuto principale

Credito

Con il termine credito si identifica l'esistenza del diritto di un soggetto (creditore) all'esecuzione della prestazione, o del denaro da parte un altro soggetto (debitore) perché ha contratto un debito.

Il debitore è colui che riceve una somma di denaro, a fronte di un contratto di prestito, acquisto ecc, da un soggetto terzo (il creditore).

Tipologie

Esistono diverse forme di credito:

  • presso gli istituti abilitati alla concessione e gestione del credito;
  • al consumo: attività di finanziamento alla spesa corrente;
  • carta di credito: mezzo fisico per accedere ad una linea diretta per creare debito;
  • prestiti personali;
  • mutui;
  • cessione del quinto (sulla pensione o sullo stipendio);
  • credito cooperativo: istituti finanziari nati per aiutare finanziariamente ai i soci della cooperativa;
  • finanziamenti alle imprese;
  • anticipo di liquidita: anticipo fatture e all'esportazione;
  • mutui;
  • leasing;
  • factoring.

Esistono anche le seguenti condizioni legate al credito:

  • deteriorato: situazione in cui è incerta la riscossione.
  • credit manager: soggetto professionale responsabile delle situazioni e operazioni sulle concessioni, sulle gestioni e sui recuperi del debito dei propri clienti;
  • credit risk: è il parametro di rischio per insolvenza del debito creato;
  • credito di imposta: è quello che vanta l'Erario nei confronti dei contribuenti;
  • credit scoring: è un sistema che attribuisce un coefficiente valutativo alla solvibilità del debitore;
  • credit spread: è il differenziale fra tassi di interesse con rischio di insolvenza positivo e con rischio di insolvenza nullo di pari maturità.