Passa al contenuto principale

Cash Flow

Il cash flow (flusso di cassa o ammontare del denaro liquido) è uno strumento di misurazione importantissimo in quanto permette il monitoraggio per la verifica della solidità di un'azienda in un determinato periodo di tempo.

È un valore di bilancio e si riferisce alla quantità di denaro che un’impresa può generare nel periodo di tempo preso in esame, quindi rappresenta un mezzo di valutazione sulla solidità dell'attività nel breve-medio termine.

Conoscere l’ammontare del denaro liquido (cash flow) permette di fronteggiare gli imprevisti e misurare la propria capacità di autofinanziamento.

Si calcola come differenza fra entrate e uscite generate nel periodo preso in esame.

Il cash flow si analizza prendendo in esame il cash inflow per le variazioni in entrata e il cash outflow per quelle in uscita.

Come si determina

Il flusso di cassa può essere scomposto in tre componenti principali il cui calcolo varia in base alla realtà aziendale da esaminare:

  1. FCFO (Free Cash Flow from Operations o Flusso di cassa operativo);
  2. FCFF (Free Cash Flow to the Firm o Flusso di cassa libero);
  3. FCFE (Free Cash Flow to Equity o Flusso di cassa operativo).

1. FCFO (Free Cash Flow from Operations o Flusso di cassa operativo)

Il Flusso di Cassa Operativo misura l'ammontare di cassa generato dalla gestione dell'attività permettendo di capire se è possibile autofinanziarsi oppure fare ricorso a fonti esterne.

Si calcola con la seguente formula:

FCFO = EBITDA - D&A = EBIT - Taxes  + D&A ± (Δ non finanziare) ± Working Capital

Qui di seguito la spiegazione delle singole voci:

  • EBITDA: anche noto come MOL (Margine operativo Lordo);
  • D&A (Depreciation and Amortization): sono gli ammortamenti e accantonamenti;
  • EBIT (Earnings Before Interest and Taxes): è una misura utilizzata per calcolare l'operatività sulla base dei flussi di cassa per l'impresa (reddito operativo);
  • Δ non Finanziario: sono il fondo TFR (trattamento di fine rapporto), Fondo rischi e altro;
  • Taxes: imposte sul reddito operativo;
  • Working Capital: le manovre di aumento e riduzione che si fanno sul Capitale Circolante.

2. FCFF (Free Cash Flow to the Firm o Flusso di cassa libero)

Il flusso di cassa libero è l'importo derivato dal FCFO aziendale e la variazione sugli investimenti e disinvestimenti operativi.

Si calcola con la seguente formula:

FCFF = FCFO ± ΔCapex

Il Capex rappresenta i disinvestimenti o gli investimenti operativi, cioè le spese in conto capitale (bilanci precedenti e correnti: conti di immobili, impianti e macchinari, etc...).

3. FCFE (Free Cash Flow to Equity o Flusso di cassa operativo)

È il calcolo di quanto denaro può essere distribuito agli azionisti della società dividendi o riacquisti di azioni), dopo che tutte le spese, i reinvestimenti e i rimborsi del debito sono stati presi in considerazione.

Si calcola con la seguente formula:

FCFE = FCFF ± ΔDebito (nuovo - rimborsato) - Interessi + Scudo Fiscale sugli Interessi.

Lo scudo fiscale sugli interessi rappresenta un’agevolazione fiscale che abbatte il reddito imponibile permettendo, quindi, di pagare meno tasse. Un tipico esempio sono gli interessi sul mutuo che in molti Paesi possono, in parte , essere detratti dal reddito.