Passa al contenuto principale

B2X

Il B2X (business to exchange) viene utilizzato nell'e-commerce per indicare le relazioni commerciali tra aziende private; un'azienda vende la propria merce, su una piazza di mercato quale ad esempio la borsa valori, ad un'altra azienda.

Compravendita nel B2X

Per fare scambi commerciali nel B2X il produttore vende i propri prodotti e/o servizi sulle piazze finanziarie dove vige la regola di mercato dell'asta; ad esempio il mercato del pesce dove i pescatori vendono con il principio dell'asta nelle apposite piazze ittiche oppure le borse valori.

Aste nella Borsa valori

Nelle borse valori si contratta tramite un'asta doppia; domanda (al ribasso) e offerta (al rialzo),

Le aziende che producono materie prime non le vendono al dettaglio ma, in stock, ai produttori finali.

La merce, soggetta alla vendita per asta doppia, viene venduta quando la domanda e l'offerta torvano un punto d'incontro; quando la domanda super l'offerta il prezzo di vendita sale mentre nel caso contrario il prezzo di venditsa scende.

Molte volte si parte da una base d'asta, cioè da un prezzo base stabilito secondo il quale:

  1. il prezzo base sia applicabile alla maggior parte dei prodotti in vendita;
  2. a parità di prodotto (ad esempio la quantità) viene stabilito un prezzo base accettabile per la maggior parte dei produttori;
  3. con più prezzi di vendita viene usato un prezzo come base più vicino al prezzo di controllo della seduta precedente oppure il prezzo più alto.

In base ai punti precedenti vien da se la difficoltà di vendita e di acquisto su più borse valori dello stesso prodotto e la differenza dei costi di produzione che si devono sostenere tra le varie aree geografiche.

Prendiamo come esempio di B2X il grano; consideriamo un produttore di cereali che vende grandi quantitativi del suo prodotto ad un'azienda specializzata in generi alimentari quali, in questo caso, la pasta.

Il prezzo del cereale cambia in base alla borsa valori in cui si effettua la compravendita.